Esami del sangue: eosinofilia? Se c'è qualche medico che legge..

Premetto, a titolo informativo, che è consigliabile mettere sempre il valore assoluto degli eosinofili, non solo la formula leucocitaria relativa, in percentuale. L'eosinofilia può essere obiettivamente dovuta ad una causa allergica (fare una visita dermatologica non sarebbe male); l'allergia si ricollegherebbe al prurito che ha sulla schiena.
Il prurito è anche provocato da alcune sindromi mieloproliferative, ma se è alterato solo ed esclusivamente questo valore, con i granulociti nella norma mi risulta difficile considerare valida questa ipotesi.

Io procederei ripetendo analisi del sangue con protidogramma (con particolare attenzione al numero delle IgE) con indici aspecifici di flogosi (VES..), ed indici di colestasi (gammaGT, bilirubinemia, AST/ALT e fosfatasi alcalina, ma sarebbe più per uno scrupolo che per altro).
Farei inoltre anche un esame parassitologico delle feci su tre campioni, altra causa non poco frequente di eosinofilia.

Un saluto

Rispondi : Anch'io non mi preoccuperei per una modesta eosinofilia, non so perch¨¦ ¨¦ stato utilizzato il termine di "leucemia" che non ha nulla a che vedere. Come ti ¨¦ gi¨˘ stato risposto gli eosinofili aumentano, sia localmente nei tessuti sia in circolo - sono infatti "cellule mobili" - in corso di patologie allergiche ma anche in altre situazioni, e si vedono eosinofilie anche del 50% delle cellule circolanti.
Una visita dermatologica, eventualmente con valutazione allergologica, si pu¨® fare, anche se spesso non si ottengono risultati molto utili dal punto di vista clinico, ma almeno si tranquillizza il paziente (sembra strano ma molte visite ed esami si fanno solo per quello!).
E' anche possibile che si tratti di una reazione da farmaci, visto che ¨¦ in terapia.
Comunque una modesta eosinofilia non deve per nulla preoccupare.
Vi mando un saluto.
Se c'è qualche medico che legge... i siti medici sono intasati di domande e spero che qualcuno mi possa aiutare in questo caso.
Mia madre, 77 anni, ha recentemente eseguito gli esami del sangue. Lei ha artrosi, che le provoca dolori a schiena e spalle, è iperglicemica e soffre di ipertensione (è in cura per queste due patologie e prende i medicinali prescritti). Dagli esami eseguiti risulta la presenza di un numero elevati di eosinofili: 8,2% (la soglia indicata è il 5%).
Il medico curante ha minimizzato, dicendo che si tratta di una forma leucemica (a questa parola mia madre si è spaventata!) dovuta a un'allergia a qualcosa. In effetti da diverso tempo mia madre soffre di prurito alla schiena e ha delle macchie sulle coscie che invece non le provocano prurito. Il medico curante non ha ritenuto necessario fare alcun esame di allergologia. Potrebbero queste macchie essere collegate all'eosinofilia? Cosa suggerisce di fare? Ha ragione il medico curante a minimizzare e non prescrivere alcun esame ulteriore?

mi sembra un aumento poco preoccupante e non so xchè ha parlato di leucemia - alla faccia della minimizzazione! ( hai capito bene? )
Ci sono anche leucemie con eosinofilia ma ci sono ben altri problemi.
Potrebbe essere una allergia a qualcosa e in quel caso andrebbero dosate anche le IgE cioè le immunoglobuline che aumentano in casi di allergia e poi è giusto fare anche un esame parassitologico delle feci e l'eventuale ricerca di una cisti di echinococco xchè anche in questi casi ci può essere eosinofilia.
Io x prima cosa ripeterei l'esame x eventuale conferma.
Potrebbe essere solo un'allergia al bagno schiuma che le provoca anche il prurito alla schiena!
Ciao
Guarda non sono un medico ma una stedentessa di farmacia, per quanto ne so gli eosinofili sono un tipo di globuli bianchi che danno colorazione positiva con l'eosina (un colorante acido).
in modo particolare sono una categoria dei granulociti che si dividono appunto in eusinofili basofili e neutrofili in base al tipo di colorante utilizzato per evidenziarli.
certo che se in % un tipo cellulare aumenta, lo fa a danno di altre creando un minimo di squilibrio.
in molti casi c'è un ristabilirsi della situazione fisiologica in maniera spontanea. se ciò alla lunga non si verificasse allora forse è meglio consultare uno specialista per evitare complicazioni.
Take it easy...io ho sempre gli eosinofili sballati. Gli eosinofili sono globuli bianchi leggermente più grandi dei neutrofili e operano nelle infiammazioni di natura allergica.
Vengono prodotti dal midollo osseo e sono importanti nella risposta immunitaria soprattutto nei confronti dei parassiti. Nella loro membrana, hanno un recettore verso le IgE, che sono coinvolte nelle reazioni allergiche,in quanto i granuli specifici del citoplasma eosinofilo contengono l'istaminasi (enzima che idrolizza l'istamina).
Se vuoi sapere a che cosa è allergica la tua mamma, ma non per abbassare gli eosinofili ma per evitare pruriti e altre cose conviene far un esame per verificare, pero dopo conviene non diventare matti,
Penso invece sia piu utile un dermatologo che potra consigliare degli esami piu mirati come l'esame obiettivo ed eventuali accertamenti (es: emocromo completo con formula, VES, QPE, transaminasi, markers epatite, creatinina, azotemia, IgE totali, dosaggio dei sali biliari, anticorpi anti-gliadina).
Spero di averti aiutato e auguri alla tua mamma.



Domande correlate: